Informazioni di contatto

Via Alsazia 3/10
Padova - 35127 - IT

La contingenza economica in atto impone alle aziende di avvalersi di strumenti diversi e meno costosi per rendere la propria esperienza di comunicazione più coinvolgente ed efficace.

Stiamo assistendo quindi, ad un più convinto e diffuso  tentativo di passaggio da un approccio di tipo mono canale (one-to-one), a l’utilizzo in contemporanea di più strumenti promozionali e di vendita e di un’interazione multipla integrata, funzionale a recepire i comportamenti dei singoli consumatori.

Per capire meglio il concetto di multicanalità meglio avvalersi di un comportamento pratico e quotidiano: una persona viene a conoscenza dell’esistenza di  un prodotto attraverso uno messaggio pubblicitario, visita il sito internet della casa produttrice o i profili social dell’azienda dal suo smartphone o pc per cercare maggiori informazioni, si reca in un negozio per vedere fisicamente il prodotto e infine decide di acquistarlo su Amazon.

Questo piccolo esempio ci rende evidente come oggi, grazie alla multicanalità, il cliente avrà a disposizione diverse possibilità  in base alle esigenze del momento, creando di fatto un’esperienza di acquisto personalizzata.

La multicanalità si rivelerà dunque fondamentale per le imprese che intendono conservare posizioni competitive sui mercati. Le statistiche, a maggior conferma, evidenziano che il 50% dei player, utilizza tre o quattro diversi canali per le campagne pubblicitarie, e che chi compra in modalità multicanale lo fa tre volte in più rispetto al classico cliente mono canale.

Importante è comprendere non solo il valore del singolo cliente ma verificarne  anche il tipo il comportamento nell’utilizzo dei vari canali. A questo proposito, è importante sottolineare che il consumatore, nella grande maggioranza dei casi, si comporta  in maniera del tutto inconsapevole,  muovendosi indifferentemente online e offline con l’esigenza di trovare coerenza e continuità durante la ricerca mentre utilizza i diversi device. Se consideriamo che gli acquisti tramite smartphone crescono oltre il 65% superando di gran lunga quelli fatti via tablet, che si fermano al 22%, è fondamentale stabilire che l’azienda dovrà essere dotata di un sito web responsive, ossia utilizzabile dal consumatore con uguali prestazioni anche da smartphone e tablet.
Il messaggio dovrà essere coerente e riconoscibile su tutti i canali e su tutti i mezzi: online, mobile e negozio. Per ottenere risultati ottimali da qualsiasi tipo di strumento digitale è quindi opportuno scegliere le azioni e gli strumenti con cognizione di causa, per comunicare in modo efficace con il nostro pubblico, solo così riusciremo a raggiungere i nostri obiettivi. 

Ragionare ora in questi termini è quindi fondamentale per trasformare gli utenti in fan di tutti i profili web che intenderemo utilizzare.
Se ai post sponsorizzati e link del sito aggiungeremo inoltre una buona strategia SEO in grado di ottimizzare i ritorni dai motori di ricerca, avremo maggiori probabilità di farci trovare dagli utenti che cercano il nostro prodotto/servizio. In questo modo molti più utenti arriveranno a noi. 

Vuoi approfondire con noi il tema della multicanalità??

Share:

Renato Cappon

author

Renato Cappon, nasce a Padova nel 1955. Dopo aver completato il ciclo di studi tecnico commerciali, entra giovanissimo, all'età di 21 anni, in un primario Istituto di Credito italiano. Dopo una rapida e doverosa esperienza nei servizi esecutivi della banca, si occupa in via definitiva di Mercato Corporate, con diverse e crescenti responsabilità, dal 1985 al 2015 si dedica al Credito, allo Sviluppo Commerciale sui Mercati Esteri e al Legale e Contenzioso. Dal 2007 approfondisce e studia a titolo personale i principi e le tecniche del Virtual Community Management. Dal 2015 al 2019 mette a frutto in altro ambito bancario le esperienze in tal modo acquisite. In questo periodo, infatti, si occupa di Multicanalità Itegrata, Servizi a Distanza e Customer Care. Nel 2019 lascia il mondo della banca e si occupa a tempo pieno di Comunicazione, Web e Social Media Management. Tra le più significative esperienze in questo settore si annoverano le specifiche Responsabilità della Comunicazione in capo a iniziative onlus, associazioni di promozione culturale e del mondo del volontariato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *